Regione autonoma della Sardegna

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PORGE LE SUE SENTITE CONDOGLIANZE ALLE FAMIGLIE DEI DEFUNTI DECEDUTI DURANTE QUESTO PERIODO DI EMERGENZA CORONAVIRUS

Pubblicata il 21/04/2020

La vita di una comunità è legata alle abitudini. A molte di queste abbiamo dovuto rinunciare.
È tempo di tenere le mani lontane, nessun abbraccio, nessuna carezza, nessuna stretta di mano.
La morte che è un evento universale, un passaggio naturale e necessario di ciascun individuo, una parte fondante del ciclo della vita, come tutte le cose grandi bisognava farlo insieme.
Insieme si vegliavano i defunti, si portava conforto ai familiari, si accompagnavano in cimitero, si dicevano sottovoce le ultime preghiere prima della partenza, si davano le condoglianze.
Mancano le cose fatte insieme, mancano le cose fatte con le mani. Tutti noi sentiamo questa mancata partecipazione come una rinuncia, una perdita che si aggiunge alla perdita di un componente della nostra comunità.
Così la morte è diventata un viaggio solitario. “I morti non fanno rumore, non fanno più rumore del crescere dell’erba” scriveva Ungaretti, è come se fossero scomparsi nel nulla.
Noi invece vi vogliamo ricordare uno per uno:
PIRAS PIETRO  - nato a Bari Sardo il 18/02/1951 residente a Bari Sardo deceduto a Bari Sardo il 19/03/2020
CUCCU TULIO nato a Bari Sardo il 10/11/1933 residente in Bari Sardo deceduto a Bari Sardo il 08/03/2020
PIRAS  NATALIA nata a Bari Sardo il 2/1/1928 residente in  Lanusei deceduta a Lanusei il  18/03/2020
UDA SALVATORE nato a Bari Sardo il 24/09/1934 residente in Bari sardo deceduto a Bari Sardo il 21/03/20
MASSESSI TITO nato a Villaputzu il 12/06/1934 residente in Villaputzu deceduto a Bari Sardo il 25/03/2020
CARDIA PAOLO nato a Bari Sardo il 05/10/1930 residente in Bari Sardo deceduto a Bari Sardo il 28/03/2020

Sappiamo che un giorno, presto, saranno le nostre mani a portarvi un fiore.

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto