Regione autonoma della Sardegna

COMUNICAZIONE DEL SINDACO DI UN CASO POSITIVO COVID-19

Pubblicata il 30/04/2020

Cari Concittadini
Vi comunico che, nella tarda serata di ieri, sono stato informato dalle Autorità Sanitarie dell’ATS ASSL di Lanusei della presenza, nel nostro Comune, di un concittadino che è risultato positivo al test del COVID-19 (Coronavirus).
La persona interessata sta bene e, non essendo stato ritenuto necessario il ricovero, si trova presso la propria abitazione, in quarantena, presa in carico e seguita dal servizio sanitario, deputato a monitorare il caso e ad adottare tutte le misure necessarie per la tutela della salute pubblica.
E’ questo però un momento in cui è necessario che ciascuno di noi agisca con consapevolezza e responsabilità, continuando con l’impegno, il sacrificio e la pazienza sinora dimostrati, evitando inutili allarmismi che possono essere soltanto controproducenti e dannosi per tutti.
Vi invito pertanto, per la tutela di ciascuno di noi e soprattutto delle persone più deboli e fragili del nostro Paese, a rispettare le prescrizioni e le misure stabilite dal Governo e dalla Regione Sardegna per il contrasto alla diffusione del contagio del Coronavirus,  di cui la principale e più importante è quella di RESTARE A CASA. Ricordo  infatti che il DPCM datato 26 Aprile entrerà in vigore a partire soltanto  dal prossimo 4 Maggio e, pertanto, rinnovo l’invito nei confronti della popolazione ad attenersi scrupolosamente alle linee di comportamento emanate e a livello nazionale e regionale  e ancora vigenti, in particolare, quelle attinenti al divieto di spostamento e di non uscire se non per necessità primarie (lavoro, spesa alimentare, assistenza e accudimento ai non autosufficienti, salute o altre necessità emergenziali).
Invito inoltre tutti, quando si esce, ad utilizzare i necessari dispositivi di protezione, le mascherine e i guanti quando si entra nei locali commerciali, uffici pubblici, ecc., comunicando che è già stato disposto, da parte del Comune, un terzo passaggio di distribuzione di mascherine a tutta la popolazione, medici di base, alle attività commerciali, associazioni di volontariato, forze dell’ordine e ogni categoria che necessiti di tali ausili. Seppure con rammarico, considerato quanto verificatosi, si è costretti a disporre di nuovo la chiusura al pubblico del cimitero.
Ricordo a coloro che abbiano il sospetto di avere avuto contatti con il virus, specie se presentano sintomi, di non recarsi di persona al pronto soccorso o presso altre strutture sanitarie, ma a contattare telefonicamente il proprio medico di famiglia o il 118.
Comunico che questa Amministrazione Comunale sin dall’inizio dell’emergenza con ordinanza sindacale nr. 13 del 20 Marzo, ha posto in essere tutte le misure necessarie a tutela della popolazione, anche attraverso l’attivazione del Centro Operativo Comunale (COC) che, con l’intervento del Servizio Tecnico, del Servizio Polizia Locale e il supporto dell’Associazione “Ekoclub”, ha il compito di supportare il Sindaco, quale autorità di protezione civile, nella direzione e coordinamento dei servizi di assistenza e soccorso alla popolazione e di ogni intervento atto a fronteggiare l’emergenza epidemiologica derivante da Covid-19.
 L’Amministrazione assicura, in ogni caso, la propria disponibilità ed ogni aiuto necessario alla popolazione, che sarà costantemente informata dell’evolversi della situazione mediante il sito istituzionale e il canale Facebook, certa che questo difficile momento sarà presto superato.
 Siamo tutti vicini al nostro compaesano e alla sua famiglia e confidiamo in una sua pronta guarigione.
Vi ringrazio tutti per la collaborazione e vi saluto cordialmente.                
Bari Sardo, 30 Aprile 2020                                                     Il Sindaco Ivan Mameli

Allegati

Nome Dimensione
Allegato comunicato Sindaco.pdf 594.62 KB

Categorie Covid-19

Facebook Twitter
torna all'inizio del contenuto